Giulia, 16, Italian. I'm addicted to football. Juventus is all that counts. And I've fallen in love with a Spanish boy with a great talent and a perfect smile.

chelsealeach:

play me a tune | via Tumblr on We Heart It.

chelsealeach:

play me a tune | via Tumblr on We Heart It.

hqlines:

No one wants to hear you. No one wants to see you. So desperate and pathetic.

hqlines:

No one wants to hear you. No one wants to see you. So desperate and pathetic.

(Fonte: weheartit.com)


Bring Me The Horizon, Go To Hell For Heaven’s Sake.

Bring Me The Horizon, Go To Hell For Heaven’s Sake.

(Fonte: dividedways)

But now I never know the things to say to you…

(Fonte: boulevardsofdreams)

Favorite Actors: Christian Bale

"It’s got to do with putting yourself in other people’s shoes and seeing how far you can come to truly understand them. I like the empathy that comes from acting.”

(Fonte: fuck-yeah-im-not-straight)

thentherewereothers:

"Patrick Bateman" : American Psycho,2000. (Mary Harron)

There is an idea of a Patrick Bateman— some kind of abstraction. But there is no real me, only an entity, something illusory. And though I can hide my cold gaze, and you can shake my hand and feel flesh gripping yours, and maybe you can even sense our lifestyles are probably comparable— I am simply not there. 

kaylaluvbug:

Currently watching this and I think I’m in love

kaylaluvbug:

Currently watching this and I think I’m in love

horrorgorewhore:

American Psycho (2000)

horrorgorewhore:

American Psycho (2000)

Lo yin e yang sono opposti: qualunque cosa ha un suo opposto, non assoluto, ma in termini comparativi. Nessuna cosa può essere completamente yin o completamente yang; essa contiene il seme per il proprio opposto. Per esempio, ogni uomo ha dentro di sé una parte femminile così come una donna una parte maschile.

Lo yin e lo yang hanno radice uno nell’altro: sono interdipendenti, hanno origine reciproca, l’uno non può esistere senza l’altro. Per esempio, il giorno non può esistere senza la notte.

Lo yin e lo yang diminuiscono e crescono: sono complementari, si consumano e si sostengono a vicenda, sono costantemente mantenuti in equilibrio. Però ci possono essere degli sbilanciamenti che creano problemi; i quattro possibili sbilanciamenti sono: eccesso di yin, eccesso di yang, insufficienza di yin, insufficienza di yang. La loro unione perfetta costituisce l’ entelechia dell’ universo.

Lo yin e lo yang si trasformano l’uno nell’altro: a un certo punto, lo yin può trasformarsi nello yang e viceversa. Per esempio, la notte si trasforma in giorno; il calore in freddo; la vita in morte. Ma senza una netta distinzione.

—   Wikipedia.  (via exactlyliketheocean)

(Fonte: alma-dejah)

“Esistevano Yin e Yang.
Il loro amore era profondo e forte, saldo e ineccepibile.
E allora Yin fece un dono al suo amato, prese una parte di sè e creò la notte e il cielo scuro, affinchè lui potesse splendere bianco e lucente.
Così Yang sorrise alla sua amata e dal suo sorriso una striscia di stelle riempì il cielo, affinché facessero compagnia a Yin nel buio profondo della notte.
Ma Yang voleva fare di più, perché tanto era l’amore che provava verso la sua Yin che si strappò il cuore ardente dal petto e lo lanciò nel cielo scuro.
Fu il giorno, poiché tanto era l’amore di Yang, tanta era la lucentezza del sole che illuminava la sua amata.
Ma Yin non poteva non ricambiare, e così soffiò a lungo dalle sue labbra e si condensò la luna, poichè tanto era l’amore che provava verso il suo Yang, che il sole e la luna iniziarono a vivere l’un per l’altro senza mai potersi vedere, poiché quando il primo splendeva l’altra dormiva, e viceversa.
Allora Yang pensò che la sua Yin doveva rendersi conto di quanto fosse bella.
Pianse lacrime di gioia e creò il mare.
Trasparente, affinché lei potesse specchiarsi, perché l’amore di Yang era troppo per la sua Yin.
Ma i due erano distanti, fermi a fissarsi da lontano senza mai poter incontrare l’uno le labbra dell’altro, senza mai poter stringersi i fianchi l’un l’altro.
E così entrambi disperarono di giorno e di notte, e nacque la distanza, che fin dai primi giorni divise l’amore perché ella era portatrice di sofferenza e non era nata dal volere dei due.
I due non si arresero mai, perché tanto era il loro amore che le urla dei due amati fecero tremare il mondo e dal mare sorse la terra, aspra e rude, priva di vita.
L’occhio triste di Yin si posò sulla terra e creò gli alberi, le piante e gli animali.
Ma Yang non si era ancora arreso, i suoi colpi furenti fecero sollevare le montagne e i vulcani, perché tanta era la rabbia e il dolore tanto era il calore della lava ardente.
Ma Yin e Yang continuavano ad essere distanti senza mai potersi incontrare.
Il disperato Yang allora scese sulla terra, perché desiderava morire piuttosto che soffrir ancora di quella lontananza.
E nacque l’uomo, ad immagine e somiglianza di Yang, ne prese le emozioni ed i sentimenti, destinato a fare grandi cose ma condannato a vagare senza la propria metà perché Yang aveva perduto il suo amore e non volle concederlo agli uomini.
Yin stracciò i suoi capelli, tagliò i suoi polsi e pianse tutte le lacrime che aveva in corpo perché aveva perduto il suo amore.
Dal sangue di Yin colato sulla terra, nacque la donna che era a immagine e somiglianza di Yin, costretta a soffrire col parto e come gli uomini costretta a vagare sulla terra alla ricerca della sua metà.
Yin e Yang non si incontrarono mai, perché la prima morì nel suo cielo nero, morì di nostalgia dipingendo il mare e la terra di rosso per il suo sangue, e poi spirò nel cielo più scuro cercando di aggrapparsi alle stelle create dal suo amato per poi scomparire per sempre dalla terra.
Il secondo morì da mortale perché aveva ritenuto meno dolorosa la morte umana. Piovve quel giorno e Yang morì perché aveva capito che l’acqua che bagnava la terra veniva dalle lacrime del sole, della luna e le stelle, Yin era morta e Yang morì.
Nessuno seppe mai se Yin e Yang si incontrarono , ma dopo la pioggia il cielo si dipinse di vari colori, era l’arcobaleno e nessuno capì che erano Yin e Yang, insieme.”

—   Davide Avolio (via vivevelox-concideiuvenis)

miscellan3ous:

Koi fish ying and yang. Initial sketch to final design.